Salta al contenuto

Bartali e Genova

Siamo nel 1947. L’Italia tutta sta cercando con molta fatica di risollevarsi dai disastri della seconda Guerra Mondiale. Lutti, distruzioni, macerie sono ancora lì. Quasi impossibile fare una vita decente per chi ha perso tutto, casa e parenti. Tuttavia la ricerca della normalità passa anche attraverso lo sport ed in quegli anni il ciclismo, con i nostri immortali campioni Coppi e Bartali, ha certamente un ruolo importante nella vita degli italiani. Quanta gente ai bordi delle strade a salutare i girini!
Il video che vi propongo è la seconda tappa del Giro d’Italia 1947, Torino-Genova, 206 km. Renzo Zanazzi è in maglia rosa, Gino Bartali è il vincitore di tappa.
Colpisce nel video il commento, le strade, che pur dopo soli due anni dalla fine della guerra appaiono in buone condizioni, e le tante persone ad attendere l’arrivo dei corridori. Ma la cosa che più stupisce è il velodromo della Lanterna, un passato ormai perduto ma che resta nella storia del ciclismo nazionale. Perché abbatterlo? Godetevi il video!
Published inFoto e videoStorica

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *