Genova mondiale

Sabato alla sala gradoni dell’Informagiovani di Palazzo Ducale, in pieno centro cittadino, grazie alla collaborazione tra Cicloriparo, Comunità Lituana della Liguria e Paginaduecento, abbiamo potuto sentire le gesta e i racconti di Diana Žiliūtė, campionessa del mondo di ciclismo su strada nel 1998. E’ stato un incontro speciale, ricco di aneddoti e di storie di un passato ciclistico emozionante e che riaffiora umanamente nei racconti di Diana. E’ l’amore viscerale per la bici e per il ciclismo che traspare dalle sue parole, quel misto tra volontà, tenacia e sogni, che diventeranno realtà, a coinvolgere il pubblico. Diana ha nel suo palmares quasi tutto: il Campionato del mondo, un bronzo olimpico, il Tour de France; tuttavia è anche una persona, una donna, che come noi ha punti di forza e debolezze, come quando racconta delle feste fatte dopo il campionato del mondo di Valkenburg. La bici però rimane la sua compagna inseparabile, anche dopo aver smesso di correre, perché quando ti innamori finisce così, una bici è per sempre.

Il numeroso pubblico ha potuto godersi così una persona che “ha qualcosa da raccontare”. Forse se Genova ascoltasse di più queste storie capirebbe cosa può significare un reale cambio di passo nella mobilità. Ma si sa, il cervello dell’uomo più di una cosa non riesce a pensare.

Foto di Fabio Bussalino

https://genova.repubblica.it/cronaca/2019/02/24/foto/incontro_a_genova_con_la_campionessa_olimpica_di_ciclismo_dalla_lituania-219986707/1/#1

Ciao Marco

A 15 anni dalla morte anche noi vorremo ricordare il più grande scalatore al mondo di tutti i tempi. Sulle strade della nostra regione Il Pirata ha scritto una delle pagine più belle della sua breve e intensa carriera. Era la Sanremo del 1999, quasi venti anni fa. Fece il record, 9 e 37 battuto due anni dopo per un secondo da Casagrande. I due tempi migliori che rimangono ancora lì. Ci manchi Marco, e come ha detto Pastonesi, eri un dio.

 

Incontri ravvicinati in Val Bisagno (parte 2)

Ciao Eleonora, intanto come va? Raccontaci un po’ di te, quello che fai, la tua formazione, dove vivi…

Ciao Andre! Grazie intanto per questa intervista, sono onorata di essere parte del tuo interessantissimo Blog, ricco di super contenuti! Questo è un periodo di gran fermento per me, ti rispondo proprio in un pre-stagione intenso e in vista di numerose trasferte! Continua a leggere